+39 0565 99010
I dintorni

Ciò che ancor più impreziosisce un soggiorno a Marciana Marina sono i suoi dintorni che meritano qualcosa di più di una visita affrettata.

Poggio e Marciana, ad esempio, due antichissimi borghi arroccati l’uno accanto all’altro, sono raggiungibili attraverso la strada che sale ripida verso il Monte Capanne tra boschi di pini, castagni e lecci, e dai quali lo sguardo può spaziare su un più vasto orizzonte, cogliendo i contorni capricciosi della costa, e sulla distesa sfavillante del mare antistante dal quale emergono sullo sfondo le piccole isola di Capraia, e con un po’ di fortuna, della Gorgona.

A Poggio il tempo sembra essersi fermato, tra i suoi vicoli, le stradine lastricate e i balconi fioriti, la vita scorre lentamente, scandita dai rintocchi delle campane appartenenti alle due antiche chiese di San Nicolò e San Lorenzo, questa pieve romanica venne distrutta dai Turchi nel 1554. Oggi è monumento nazionale.
Poco distante immersa nei boschi di castagni e lecci, sgorga la rinomata sorgente oligominerale di Napoleone.

Marciana
Situato in collina ad un’altitudine di 375 metri sul mare, Marciana è uno dei paesi più antichi e ricchi di testimonianze storiche e archeologiche, le sue origini risalgono al 35 a.C.. Sotto il dominio degli Appiani, che la scelsero come residenza, visse un grosso sviluppo a partire dalla costruzione della fortezza più protetta dell’isola a difesa della fonderia e della zecca.
Ma tutto il paese conserva ancora oggi quella impronta medioevale di un tempo, dalle porte d’accesso, alle strette viuzze a gradoni, ornate da piante e fiori che i marcianesi coltivano sui propri balconi.
Di particolare interesse storico è il Museo Archeologico, ricco di importanti reperti della preistoria e protostoria dell’Isola d’Elba. Il museo è aperto dalla metà di aprile alla metà di ottobre e sono molto interessanti da vedere i numerosi ritrovamenti che risalgono all’epoca etrusca e romana.